PostHeaderIcon UN ALLIEVO DI BACHELET per RICORDARE LE FOIBE

150209_uteL’Università della Terza Età del Portogruarese celebra quest’anno il Giorno del Ricordo con la presenza, mercoledì 11 febbraio alle ore 15 presso la sala delle conferenze della Villa Comunale di Portogruaro, di un testimone diretto di quella tragedia: il docente universitario professor Tullio Parenzan.

Il professor Parenzan nasce a Pola nel 1936. Lascia la sua città nativa assieme ai genitori il 3 febbraio 1947 coi primi viaggi del piroscafo “Toscana”, diretto a Venezia. Trova accoglienza nei primi tempi dell’esodo  in casa degli zii materni.

PolaDopo varie difficoltà di reinserimento in un nuovo contesto sociale per diffidenze e pregiudizi, peraltro addolciti da atti di solidarietà da parte di persone amiche  ed autorità pubbliche sensibili e comprensive, e dopo un periodo di quasi due anni a Trieste e vari tentativi di trovare definitiva sistemazione a Savona, Padova, Monfalcone, approda a Ravenna, presso il cui Comune il Ministero degli Interni aveva trasferito il padre e dove la famiglia risiederà per tredici anni.

A conclusione degli studi liceali si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trieste e si laurea discutendo una tesi in diritto amministrativo col prof. Vittorio Bachelet, all’epoca presidente dell’Azione Cattolica Italiana e poi vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura.

Ritornato ad abitare a Trieste dopo il pensionamento del padre, intraprende la carriera accademica presso l’Università della città giuliana. Si iscrive all’Ordine degli avvocati e collabora con istituzioni scientifiche e culturali nazionali ed internazionali.

Pubblica   apprezzati studi di diritto amministrativo e di diritto contabile pubblico. Dopo quaranta anni di servizio effettivo lascia l’insegnamento universitario.  Scrive sulla stampa cattolica sui temi della diaspora istriana, fiumana e dalmata.

I Commenti sono chiusi